Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.
Per ulteriori informazioni Clicca qui

Martedì, 21 November 2017 18:04

AVVISO RELATIVO A PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER IL RILASCIO DELLA CONCESSIONE DI COLTIVAZIONE DEL GIACIMENTO DI ACQUA TERMOMINERALE (TERMALE), RINVENUTO CON PERMESSO DI RICERCA CONVENZIONALMENTE DENOMINATO “CASTELLO DI VELONA”

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

- ai sensi di art. 14 c.4 e segg. della L.R. 27 luglio 2004 n. 38 e del relativo Regolamento di attuazione approvato con D.P.G.R. 24 marzo 2009, n. 11/R, con s.m.i.;
- ai sensi del vigente Regolamento di disciplina delle funzioni in materia di ricerca e coltivazione delle acque minerali, di sorgente e termali, attribuite ai Comuni dalla L.R. 27 Luglio 2004, n.38 (Norme per la disciplina della ricerca, della coltivazione e dell’utilizzazione delle acque minerali, di sorgente e termali) e relativo
Regolamento di attuazione approvato con D.P.G.R. 24 marzo 2009 n. 11/R con s.m., approvato con Delib. di C.C. n.21 in data 25/08/2017, e modificato con Delib.C.C. n.29 in data 28/09/2017; - in esecuzione:
• della Deliberazione di G.C. n.68 in data 25/10/2017 avente ad oggetto Procedura ad evidenza pubblica finalizzata al rilascio della 1^ concessione di coltivazione del bacino termominerale convenzionalmente denominato "Castello di Velona", ubicato in loc. Castello della Velona a Montalcino (SI); determinazioni relative alla durata della concessione, indirizzi all'Area 3 - Servizio Edilizia ed Urbanistica per la redazione degli atti relativi alla procedura, ed approvazione di relativo schema di convenzione.;
• della Determinazione n. 509 del 15/11/2017 del Responsabile dell'Area 3 - Servizio Edilizia ed
Urbanistica avente ad oggetto Indizione di procedura ad evidenza pubblica per il rilascio della prima concessione di coltivazione del giacimento di acqua termale rinvenuto con permesso di ricerca convenzionalmente denominato “Castello di Velona” ubicato in loc. Castello della Velona a Montalcino (SI), ai sensi della L.R. Toscana n. 38/2004 e relativo regolamento approvato con DPGR n.11R/2009, e s.m.i., e determinazioni relative ad adempimenti preliminari e conseguenti connessi.;

RENDE NOTO CHE

Il Comune di Montalcino ai sensi dell’art. 14 della L.R. n.38/2004 con s.m. bandisce una gara con procedura aperta per il rilascio della prima concessione di coltivazione del giacimento di acqua termominerale (termale), rinvenuto con il permesso di ricerca convenzionalmente denominato “Castello di Velona”, ubicato in località Castello della Velona a Montalcino (SI), con il Bando e disciplinare di gara, la documentazione ad esso allegata per costituirne parte integrante e sostanziale, di seguito elencata:

1) Bando e Disciplinare di gara;
2) Schema di Convenzione ai sensi dell'art.22 c.5 della L.R.n.38/2004 con s.m. (Allegato 1 al Bando - Disciplinare di gara);
3) Documento tecnico (Allegato 2 al Bando - Disciplinare di gara) con relativa Appendice che fa riferimento e rinvio a documentazione allegata ivi specificatamente elencata;
4) Tavola 1, Individuazione dell'Area del Permesso di ricerca, dell'area inizialmente stabilita per la Concessione di coltivazione, e delle relative Zone di Tutela assoluta e di Rispetto inizialmente stabilite, su Cartografia CTR 1:10.000 e Mappe Catastali 1:2.000 sovrapposte (Allegato 3 al Bando - Disciplinare di gara);
5) Modello di domanda per la partecipazione alla procedura ad evidenza pubblica finalizzata al rilascio della concessione di coltivazione (Allegato 4 al Bando - Disciplinare di gara);
6) Modello di dichiarazione di impegno per i Raggruppamenti temporanei da costituire (Allegato 5 al Bando - Disciplinare di gara);
e quella correlata di seguito indicata:

7) Il Codice di comportamento dei dipendenti del Comune di Montalcino (a norma dell’ art. 54 d.lgs. 30 marzo 2001 n. 165, del D.P.R. 16 aprile 2013 n. 62 e del Piano Nazionale Anticorruzione) approvato
con Delib.G.C. n.4 del 24/01/2014 modificato con Delib.G.C. n.152 del 20/11/2015;

8) Il Codice etico degli appalti e dei contratti comunali, allegato al Piano Triennale per la prevenzione della corruzione e dell’illegalità 2015-2017 del Comune di Montalcino, approvato con Delib.C.C. n.26 in data 08/08/2013 ed aggiornato con Delib.G.C.n. 10 in data 29/01/2015;

9) Il Patto di Integrità, allegato al Piano Triennale per la prevenzione della corruzione e dell’illegalità 2015-2017 del Comune di Montalcino, approvato con Delib.C.C. n.26 in data 08/08/2013 ed aggiornato con Delib.G.C.n. 10 in data 29/01/2015;

per cui si forniscono le seguenti informazioni.

INFORMAZIONI PER L'ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI RELATIVI ALLA GARA.
Copia di tutti gli atti e documenti relativi alla procedura di gara sono liberamente accessibili nel sito web istituzionale del Comune di Montalcino con indirizzo: http://www.comunedimontalcino.gov.it/ nella sezione "Amministrazione trasparente" sottosezione "Bandi di gara e contratti"
e presso gli uffici dell'Area 3 Servizio Edilizia ed Urbanistica nella sede del Comune di Monntalcino in Piazza Cavour, 13 - CAP 53024 Montalcino (Siena)

AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE:
Comune di Montalcino, con sede in Piazza Cavour, 13 - CAP 53024 Montalcino (Siena), con le specifiche competenze attribuite all'Area 3 Edilizia ed Urbanistica
Tel 0577.804465 - 804464 Fax 0577.849343, Casella p.e.c. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,

PROCEDURA DI GARA:
Procedura aperta ai sensi art. 14 c.4 e segg. della L.R. 27 luglio 2004, n. 38 e del relativo Regolamento di attuazione approvato con D.P.G.R. 24 marzo 2009, n. 11/R, con s.m.i., finalizzata al rilascio della concessione di coltivazione del giacimento termominerale (termale), da aggiudicare con il criterio dell’offerta considerata più vantaggiosa in riferimento agli elementi di valutazione, di cui all'art. 14 comma 5 e 6 della L.R.n.38/2004 con s.m., specificati nel Bando-disciplinare di gara, attraverso una valutazione comparativa delle istanze presentate,

CONCESSIONE DA AFFIDARE ED OGGETTO DELLA CONVENZIONE:
Concessione di coltivazione del giacimento di acqua termominerale (termale), rinvenuta con il permesso di ricerca convenzionalmente denominato “Castello di Velona”, ubicato in loc. Castello della Velona a Montalcino (SI), ai sensi dell'art.14 della L.R. Toscana n. 38/2004 e relativo Regolamento di attuazione approvato con DPGR n.11R/2009, con s.m.i., subordinata alla stipula di apposita convenzione tra il Comune di Montalcino ed il concessionario ai sensi dell’articolo 22, comma 5, della stessa L.R.n.38/2004 con s.m.i., al rimborso delle spese sostenute con le attività svolte con il permesso di ricerca ed al pagamento del premio di scoperta al ricercatore, nel caso in cui il ricercatore partecipi e non risulti aggiudicatario.

DESCRIZIONE DELLA TIPOLOGIA DI CONCESSIONE:
Concessione di beni pubblici appartenenti al Demanio Regionale acque termominerali - termali (sostanze minerali - miniere)
normate da Regio Decreto 29 luglio 1927, n. 1443, L.R.n.38/2004 e D.P.G.R.n.11R/2009 con s.m., principi e norme dell'Unione Europea e D.lgs.n.50/2016 con s.m. per quanto applicabili e precisato nel Bando-disciplinare di gara..

PORTATA DI ESERCIZIO E CARATTERISTICHE DELLA RISORSA
Sulla base dell'unico Pozzo n.2 del giacimento termominerale di cui sono stati forniti i dati prescritti, è stata determinare una portata di esercizio di 3,8 l/s.
Ai sensi dell'art.15 c.2 lettera c bis) della L.R.n.38/2004 con s.m., la portata di concessione che dovrà essere indicata nell'atto comunale di concessione per la coltivazione del giacimento termale, non potrà superare l’80 (che in questo caso corrisponderebbe a 3,04 l/s), e tale percentuale potrà essere elevata fino alla percentuale massima del 90 per cento in presenza di documentate verifiche di sostenibilità (che in questo caso corrisponderebbe a 3,42 l/s).
Le caratteristiche della risorsa sono desumibili dalla documentazione in appendice all'Allegato 2 - Documento tecnico allegato al Bando-disciplinare di gara a cui si fa riferimento e rinvio.


DURATA DELLA CONCESSIONE DI COLTIVAZIONE:
Ai sensi del comma 1 dell’art. 14 L.R. 38/2004 con s.m., del vigente Regolamento comunale da ultimo approvato Delib.C.C. n.29 in data 28/09/2017, con Delib. di G.C. n.68 in data 25/10/2017 la durata della concessione è stata stabilità in anni 15 (quindici), a decorrere dalla data del relativo provvedimento di Concessione (con preventiva stipula della Convenzione di cui al comma 5 dell’art. 22 della L.R. 38/2004 con s.m.) di competenza dell'Ufficio Tecnico Comunale.
.
TERMINE DI VALIDITA’ DELL’OFFERTA:
L’offerta Tecnica ed Economica deve essere valida e vincolante per 365 (trecentosessantacinque) giorni dalla data termine ultimo di presentazione delle istanze di partecipazione alla procedura di gara, con riserma di proroga di detto termine da parte del Comune.

SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA:
Possono concorrere all’affidamento della concessione tutti gli operatori economici di cui all'art. 45 del D.lgs.n.50/2016 con s.m., siano essi persone fisiche o società legalmente costituite, consorzi o raggruppamenti temporanei (già costituiti o da costituire), compreso il titolare del permesso di ricerca, in possesso dei requisiti e le condizioni prescritti dagli artt. 45, da 47 a 49, ed 80, del D.lgs.n.50/2016 con s.m.. , in possesso dei requisiti di onorabilità e di idoneità tecnica, economica e professionale specificati nel Bando-disciplinare di gara.

CRITERI DI AGGIUDICAZIONE, E DI VALUTAZIONE DELLE OFFERTE:
Ai sensi dell'art.14, comma 7 ed 8, della L.R.n.38/2004 con s.m., la concessione viene assegnata, e quindi la procedura di gara sarà aggiudicata, con il criterio dell’offerta considerata più vantaggiosa in riferimento agli elementi di valutazione di cui all'art. 14 comma 5 della L.R.n.38/2004 con s.m., specificati nel Bandodisciplinare di gara, attraverso una valutazione comparativa delle istanze presentate,, sulla base degli elementi di valutazione e dei criteri di valutazione delle offerte specificati nel disciplinare di gara; in caso di valutazione paritaria delle offerte, è fatta salva la preferenza da accordarsi al titolare del permesso di ricerca.

TERMINE, MODALITA' DI PRESENTAZIONE ED INDIRIZZO DI RICEZIONE, DELLE OFFERTE:
L'istanza di partecipazione alla procedura di gara, completa di tutta la documentazione richiesta a corredo, dovrà pervenire all'Ufficio Protocollo del Comune di Montalcino, in Piazza Cavour n 13 - CAP. 53024 Montalcino (SI), a pena di esclusione, entro il termine perentorio delle ore 13.00 del 20 febbraio 2018, nel rispetto delle modalità prescritte nel Bando-disciplinare di gara.

MODALITA' DI ESPLETAMENTO DELLA GARA ED ALTRE SPECIFICHE INFORMAZIONI:
Come specificato nel Bando-disciplinare di gara, e documentazione ad esso allegata od ivi richiamata.

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO:
Ai sensi del vigente Regolamento comunale di Organizzazione degli uffici e dei servizi, responsabile del procedimento è il Responsabile dell'Area 3 Servizio Edilizia ed Urbanistica del Comune di Montalcino, Arch. Fausto De Andreis, Tel. 0577.804465, Fax 0577.849343, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., p.e.c.: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..



Montalcino, lì 15/11/2017,
Il responsabile del procedimento
Arch. Fausto De Andreis

(Prevista la pubblicazione del presente Avviso nel B.U.R.T. Parte III del 22.11.2017)

 

Allegati, avvisi e altra documentazione è presente nel sito Amministrazione Trasparente sezione bandi di gara e contratti