Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.
Per ulteriori informazioni Clicca qui

Lunedì, 25 February 2019 14:18

AVVISO PUBBLICO RIVOLTO AI CAF OPERANTI SUL TERRITORIO PER LA STIPULA DI UNA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE

AVVISO PUBBLICO
rivolto ai CAF operanti sul territorio per la stipula di una Convenzione
per la gestione delle richieste di PRESTAZIONI SOCIALI
AGEVOLATE (Bonus Elettrico e Gas, Concessione assegni di maternità e/o per i nuclei familiari, Bonus sociale Idrico integrativo Comuni della Toscana e Bonus Sociale Idrico Nazionale)


Visto:
il decreto interministeriale del 28 dicembre 2007, che ha ridefinito il sistema tariffario della fornitura di energia elettrica in favore dei clienti domestici in condizioni di disagio economico e/o in gravi condizioni di salute, introducendo il bonus elettrico;

il decreto legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito in legge con modificazioni dall'articolo 1 della legge 28 gennaio 2009, n. 2, che ha esteso alla fornitura di gas naturale il diritto alla compensazione della spesa, introducendo il bonus gas;

le Deliberazioni attuative ARG/elt 117/08 e ARG/gas 88/09 e loro successive modifiche ed integrazioni, dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, con le quali sono state fornite le modalità applicative per il riconoscimento dei bonus elettrico e gas ai clienti domestici svantaggiati;

la Deliberazione 26 settembre 2013 402/2013/R/com dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas che approva il nuovo Testo Integrato delle modalità applicative dei regimi di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici disagiati per le forniture di energia elettrica e gas naturale – TIBEG, in vigore dal 1 gennaio 2014;

gli articoli 65 e 66 della legge 23 dicembre 1998, n. 448 e successive modificazioni e integrazioni prevedono la concessione di un “assegno per il nucleo familiare” e di un “assegno di maternità” da richiedere al Comune di residenza secondo le modalità previste dal D.M. 25 maggio 2001 n. 337;

la Deliberazione n. 12 del 27/04/2018 con la quale l’AIT ha approvato il regolamento regionale per
l'attuazione del BONUS Sociale Idrico INTEGRATIVO;

l'art. 1 del suddetto Regolamento che "...omissis...disciplina la concessione di agevolazioni economiche integrative (BONUS integrativo) rispetto al Bonus sociale idrico Nazionale istituito con Delibera ARERA n. 897/2017, così come modificato con Delibera ARERA n. 227/2018, sotto forma di rimborsi tariffari alle cosiddette "utenze deboli", corrispondenti ai nuclei familiari residenti nei comuni dell'Autorità Idrica Toscana che versano in condizioni socioeconomiche disagiate...";

il decreto 28 dicembre 2007, in applicazione dell’articolo 1, comma 375, della legge 266/05, ha individuato nell’Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) lo strumento per selezionare i cittadini a cui consentire l’accesso al suddetto bonus;

l'art. 5 del DL 201/2011 convertito nella L. 214/2011, ha previsto una revisione delle modalità di
determinazione e dei campi di applicazione dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE);

il DPCM 05/12/2013 n. 159 sono stati abrogati il D. Lgs. 109/1998, il DPCM 221/1999, il DPCM 18/05/2001;

il decreto Ministeriale 07/11/2014 ha approvato il nuovo modello di dichiarazione sostitutiva unica (DSU) a valere dal 01/01/2015;

Considerato che:
• che il Comune è tenuto a raccogliere le richieste, con attestazione ISEE, presentate da coloro che intendono accedere ai servizi sociali agevolati erogati dal Comune stesso;

• in ragione del Protocollo di Intesa siglato dall’ANCI con la Consulta Nazionale dei CAF, i Comuni possono avvalersi della collaborazione dei CAF per la gestione delle richieste di bonus elettrico e gas;

• l’Ente può avvalersi della collaborazione dei suddetti CAF operanti sul territorio attraverso la sottoscrizione di appositi atti convenzionali;

Vista la delibera di Giunta n. 35 del 22.02.2019 “PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE: APPROVAZIONE AVVISO PUBBLICO E SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE, RIVOLTO AI CAAF OPERANTI NEL TERRITORIO”;

SI RENDE NOTO CHE

il Comune di Montalcino, per anni 2 a partire dalla data di stipulazione della Convenzione, intende avvalersi della collaborazione dei CAF per la gestione completa delle pratiche di prestazioni sociali agevolate.

Requisiti:
I CAF interessati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:
- essere regolarmente iscritti all’Albo dei CAF ed essere regolarmente autorizzati all’esercizio di attività di assistenza fiscale;
- essere regolarmente autorizzati alla gestione completa delle pratiche di bonus energia e gas, ai sensi dell’accordo sottoscritto tra l’ANCI e la Consulta Nazionale del CAF;
- non trovarsi in alcuna delle condizioni di cui all’art. 80 del D.Lgs. 50/2016 e di qualsivoglia causa di impedimento a stipulare contratti con la pubblica amministrazione.
- Garantire apertura dello sportello CAAF relativamente ai servizi di cui al presente avviso, nella misura minima di 1 volta alla settimana presso il Municipio di Montalcino, in una postazione messa a disposizione dall’Ente, in orario di servizio diverso rispetto a quello dell’Ente, concordato successivamente con l’Amministrazione.

Oggetto della collaborazione:
Il CAF dovrà espletare gratuitamente ai richiedenti i servizi di informazione, accettazione, compilazione, stampa e trasmissione telematica, relativi alle richieste di prestazioni sociali agevolate quali bonus gas, elettrico e sociale idrico nazionale, concessione assegni maternità e/o per i nuclei familiari;

Il rapporto di collaborazione con l’Ente sarà regolato mediante apposita Convenzione, che avrà durata di anni 2.

Il CAF svolgerà il servizio senza alcun onere aggiuntivo a carico dei cittadini richiedenti, garantendo personale qualificato e appositamente dedicato. Il medesimo dovrà essere dotato di apposita copertura assicurativa, in caso di eventuali danni provocati da errori o inadempienze, commessi nello svolgimento dei servizi richiesti.

Condizioni economiche delle prestazioni espletate dai CAF:
Il Comune riconosce un compenso pari ad Euro 5,00 + IVA 22% per ogni pratica di “Bonus Elettrico” e di “Bonus Gas” trasmessa dal CAF ed acquisita dalla piattaforma SGATE.

Il Comune riconosce un compenso pari ad Euro 5,00 + IVA 22% per ogni pratica di concessione “assegno per il nucleo familiare” e di “assegno di maternità” elaborata e trasmessa.

Il Comune riconosce un compenso pari ad Euro 5,00 + IVA 22% per ogni pratica di concessione “Bonus sociale idrico integrativo Comuni della Toscana" e "Bonus sociale idrico Nazionale” elaborata e trasmessa.

Il Comune liquiderà i suddetti compensi sulla base dell’emissione di fatture semestrali, previa verifica dei dati resi disponibili alle parti dalla piattaforma SGATE e dall’INPS.

Presentazione della domanda:
I CAF interessati, dovranno avanzare formale richiesta, redatta su carta semplice, debitamente sottoscritta dal Legale Rappresentate del CAF, utilizzando il modello allegato entro e non oltre il giorno 25/03/2019 ore 12:00. Gli interessati potranno inoltrare domanda di partecipazione presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Montalcino sito in P.zza Cavour 13, 53024 Montalcino (SI), consegnandola in busta chiusa riportante all'esterno la seguente dicitura: “Collaborazioni con i CAF, SINDACATI E PATRONATI disponibili ad espletare i servizi relativi alle richieste di prestazioni sociali agevolate”, allegando fotocopia del documento di identità del firmatario; la domanda, potrà essere inviata, altresì, per posta elettronica certificata (PEC), firmata digitalmente e inoltrata all'indirizzo:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando nell'oggetto la dicitura di cui sopra.

Il Comune di Montalcino si riserva la possibilità di verificare le dichiarazioni rese e la documentazione prodotta e di escludere il soggetto richiedente qualora rilevasse il mancato possesso dei requisiti richiesti di cui al presente Avviso.

Per ulteriori informazioni gli interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Sociale del Comune di Montalcino al n. 0577- 804466

  pdf Avviso pe Domanda (644 KB)

pdf Convenzione 2019 Montalcino (198 KB)